Cerca nel Sito

La Cisl parte civile contro la mafia
Giovedì 29 Ottobre 2015 08:13

la giustizia 1

Anche la Cisl Emilia-Romagna si è presentata al maxi-processo Aemilia apertosi ieri a Bologna, per costituirsi come parte civile contro gli accusati di 'ndrangheta (vedi ns articolo 25 settembre). 
Il processo coinvolge oltre 200 imputati che sono accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso (416 bis), estorsioni, minacce, usura, intestazione fittizia dei beni, falso in bilancio, turbativa d’asta fino alla corruzione elettorale. 
Politici, imprenditori, professionisti e prestanome fanno parte, secondo l'accusa, di una vasta e profonda organizzazoone criminale che si è infiltrata nel nostro tessuto economico e sociale.
La First/Cisl sostiene i lavoratori di banca nell'applicare rigorosamente la normativa cosiddetta anti-riciclaggio, perché svolgendo il nostro dovere civico di cittadini possiamo contribuire a combattere il sistema mafioso.


 

www.fibaer.it © 2010 Fiba Emilia-Romagna, Via Amendola, 2 - 40121 BOLOGNA - Avvertenze legali